Comune di San Miniato

DILVO LOTTI

Un Maestro dell'Espressionismo Europeo

San Miniato, Sistema Museale, dal 15 luglio al 17 dicembre 2006

Con il Patrocinio di:
Regione Toscana
Soprintendenza di Pisa
Diocesi di San Miniato
Accademia degli Euteleti, San Miniato
Istituto del Dramma Popolare, San Miniato
Accademia Arti del Disegno di Firenze
Istituto d'Arte di Porta Romana di Firenze
Accademia di Belle Arti di Firenze
Libera Accademia di Belle Arti, Firenze
Pro – Civitate Christiana, Assisi
Accademia dei Virtuosi al Pantheon, Roma

La mostra prevede l'esposizione di più di cento opere di Dilvo Lotti alcune provenienti da importanti raccolte pubbliche (Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, Galleria Nazionale Palazzo Pitti di Firenze) e private ( Cassa di Risparmio di San Miniato, Pro – Civitate Cristiana di Assisi) nonché opere di collezionisti, nel tentativo di riuscire a delinearne la notevole statura di artista che si è cimentato negli anni attraverso una molteplicità di tecniche per importanti destinazioni e di uomo di cultura impegnato in vari settori.

L'esposizione sarà allestita nei Poli del Sistema Museale di San Miniato e nel Palazzo delle Entrate (mostra già in corso) e si svilupperà anche in quegli edifici e quelle strade di San Miniato dove esistono affreschi, graffiti, ceramiche e vetrate (Seminario Vescovile, Chiesa della Misericordia, Santo Stefano, via del Bravo) realizzate da Lotti.

Dilvo Lotti è un artista che, come pochi nel Novecento, si è cimentato nelle tecniche più diverse. Questo offre l'occasione per un percorso parallelo all'esposizione stessa che possa mettere in evidenza, a scopo didattico, le caratteristiche e i passaggi delle varie tecniche e avviare una riflessione sull'uso di tecniche artistiche oggi non più praticate.

Le opere che fanno parte delle varie tematiche potranno trovarsi in un'unica sede ad esempio la torre di federico II per le foto della casa e dello studio, oppure essere distribuite nei vari siti del percorso.

La casa di Dilvo e Giuseppina Lotti

L'abitazione di Dilvo e Giuseppina Lotti: esposizione di vari ingrandimenti di fotografie che mostrano gli interni della casa e dello studio dell'artista. Altri ingrandimenti mostreranno i vari incontri, gli amici, le importanti personalità della cultura che Lotti ha conosciuto.

 

La poetica artistica

È vero che la tematica della poetica può comprendere di fatto tutta la sua attività. In questo caso intenderei però concentrare l'attenzione su alcune opere che ritengo particolarmente rappresentative del suo mondo poetico, costruendo un itinerario dagli anni Trenta ad oggi che inizia con il cosiddetto periodo del g rottesco con i disegni e le litografie della Presa di San Miniato (1931), la straordinaria serie delle acqueforti della quale fanno parte I ragazzi di Sant'Andrea , I pugilatori , e poi le composizioni Cristo deriso (1935) , Autoritratto (1935), Natura morta con bambino (opera vincitrice del premio Panerai), per arrivare ai più recenti La fuga in Egitto , Il re dell'oro , Narciso , il Cardinale prigioniero, La sposa calva , solo per citarne alcuni…..

 

L'Arte Sacra, il senso del sacro

L'Arte Sacra occupa una posizione centrale nel lavoro di Dilvo Lotti. L'Arte Sacra ma anche il senso del Sacro nel suo lavoro: l'arte come vocazione. All'interno di questa sezione è doveroso menzionare e magari documentare con ingrandimenti fotografici i vari affreschi realizzati in importanti edifici di culto in tutta Italia: Casa della Lituania a Parma, Chiesa di Santa Marcella a Roma, Chiesa dei Cavalieri del Tau ad Altopascio, Chiesa del “Campaccio” a Prato, il duomo di Pontedera, e i vari affreschi presenti a San Miniato tra i quali L'Ultima Cena del Seminario Vescovile e la Sala del Consiglio della Cassa di Risparmio. Alcune opere della sezione: La processione degli scalzi coronati, Deposizione in città, Gesù Divino lavoratore, La carità, il Crocifisso della chiesa di San Rocco, A me come chiatte…, le sette opere di Misericordia, La chiesa del silenzio, Crocifissione, (1950 Premio Carnegie), Disegni del Dies Irae ..

 

I Viaggi

Dilvo Lotti ha scelto di restare ad abitare e lavorare nella sua San Miniato, lo ha fatto con il respiro di un artista internazionale come dimostrano i molti viaggi di studio, le mostre personali e i concorsi internazionali ai quali è stato invitato. Le opere di questa sezione riguardano tutti quei dipinti che hanno per soggetto i luoghi più volte visitati: la Spagna con le composizioni delle ballerine di flamenco, i toreri e le corride, i lavori dedicati alla figura di Don Chisciotte; le vedute di Londra, della cattedrale di Westminster, Piccadilly – Circus …; Parigi con la torre Eiffel, il Marocco, Venezia e quanto altro….


La Storia

Consistente è stato l'interesse per i personaggi e gli avvenimenti della storia: in questo settore si è impegnato come artista ma anche come storico, basta ricordare la recente serie dedicata a Napoleone Buonaparte che lo ha visto anche autore del volume “Napoleone Buonaparte Toscano Europeo”. Molti comunque i personaggi ai quali si è rivolta la sua attenzione di artista: Pier delle Vigne, Federico II, Savonarola, la serie su Napoleone, Ezra Pound, Giovanni Paolo II e altri…..

 

L' attualita'

Nel lavoro di Lotti c'è da sempre una grande attenzione a quegli avvenimenti che hanno segnato l' epoca nella quale viviamo: dalle composizioni delle varie Deposizioni realizzate negli anni Quaranta e ambientate tra edifici distrutti dai bombardamenti, alla cronaca e alla storia dei nostri giorni. Prendendo come punto di partenza il suo lavoro Le déjeuner in Piazza San Marco attraverso Cernobyl, l'attentato a Giovanni Paolo II, la tragedia delle torri gemelle, lo tsunami e altro… .

 

Dilvo Lotti e il libro

Il rapporto di Lotti con il libro, con la pagina scritta e illustrata. La parola che diventa immagine. Dalla sezione di arti grafiche presso l'Istituto d'Arte di Firenze (dove realizza le litografie per la presa di San Miniato e Il Vangelo di San Matteo ) alle collaborazioni con case editrici e riviste. Il suo rapporto con amici scrittori: L'immagine e il testo: le incisioni per i manifesti dell'IDP. Per arrivare al Lotti romanziere e storico.

 

L' artista, la citta', la storia

In che modo e con quale incisività un artista può segnare un luogo, una città. Questa sezione mette in evidenza alcuni di quei luoghi di San Miniato dove Dilvo Lotti ha realizzato lavori commissionatigli ed eseguiti per durare nel tempo, affreschi, graffiti, mosaici, ceramiche, vetrate. Le antiche tecniche al servizio dell'arte moderna. Chiesa della SS. Trinità, Chiesa di Santo Stefano.

Il sito del Comune di San Miniato : http://www.comune.san-miniato.pi.it/lotti/mostra.htm

 

Ritorna alla pagina di apertura